Confappi

Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare

Notizie

EQUO COMPENSO ANCHE PER L'AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO


Condominio - amministratore
Condominio - amministratore
Nei giorni scorsi la Camera ha approvato la legge di conversione del decreto fiscale, che al suo interno, fra le altre cose, prevede il cosiddetto "equo compenso" per i professionisti, compresi coloro che non fanno parte di un albo professionale e i lavoratori autonomi. Tra queste figure rientra anche l'amministratore di condominio, che vedrebbe così garantita una parcella proporzionata al lavoro svolto. In ogni caso, le applicazioni pratiche della norma saranno decise successivamente, attraverso decreti emanati dai ministeri della Giustizia e dell’Economia.
Sul punto, Silvio Rezzonico, Presidente Confappi-Fna, ha dichiarato: «Come già accaduto con il jobs act del lavoro autonomo, anche il decreto fiscale di fine d’anno ha sancito l’equiparazione dei professionisti non ordinistici ai professionisti ordinistici. Tale equiparazione, che coinvolge anche il comparto degli amministratori di condominio, è un risultato importante, per il quale Confappi-Fna si è sempre battuta. Certo, le nuove disposizioni non autorizzano l’emanazione di tariffari professionali minimi inderogabili, che sarebbero bocciati dal Garante della Concorrenza, ma tutto il lavoro autonomo può ora pretendere che, nei futuri decreti attuativi, sia sancito il diritto dei professionisti, amministratori compresi, ad un compenso adeguato all’attività svolta, con un segnale forte nei confronti della concorrenza sleale».