Confappi

Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare

Notizie

MERCATO IMMOBILIARE: SCENDONO ANCORA I PREZZI DELLE ABITAZIONI


Mercato immobiliare
Mercato immobiliare
Nel 2017, in media, i prezzi delle abitazioni diminuiscono dello 0,4% rispetto al 2016, quando la variazione sul 2015 era stata pari a -0,8%, sintesi di un aumento dei prezzi per le abitazioni nuove (+0,1%) e di una diminuzione per quelle esistenti (-0,6%). Il tasso di variazione acquisito dell'IPAB per il 2018 risulta invece pari a -0,1%. È quanto emerge dai dati (stime preliminari) elaborati dall’Istat sui prezzi delle abitazioni. In particolare, nel quarto trimestre 2017, l'indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, aumenta dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e diminuisce dello 0,3% nei confronti dello stesso periodo del 2016.
La flessione è dovuta al calo dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,5%, in attenuazione da -1,3% del trimestre precedente) mentre quelli delle abitazioni nuove rallentano, registrando una variazione nulla (da +0,5% del terzo trimestre).
Il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle abitazioni nuove si conferma negativo seppure in riduzione (-0,5%, da -1,8% del trimestre precedente).
Su base congiunturale il lieve incremento dell'IPAB è dovuto unicamente ai prezzi delle abitazioni nuove (+0,7%) mentre quelli delle abitazioni esistenti risultano stabili. I prezzi sono in discesa da sei anni, anche se la diminuzione registrata nel 2017 è la più contenuta dal 2012. In ogni caso, rispetto al 2010, nel 2017 i prezzi delle abitazioni sono diminuiti del 15,1% (-1,4% per le abitazioni nuove, -20,5% per le esistenti).
“Questa continua flessione dei prezzi - commenta il presidente di Confappi Silvio Rezzonico - è certamente preoccupante per i proprietari degli immobili, che in molti casi sono costretti a svendere le loro proprietà. Occorre una scossa con interventi fiscali mirati a ripristinare il settore dell’edilizia e il mercato immobiliare”.